Bonus casa: detrazioni per l'installazione di un ascensore per la casa

Il Bonus casa prevede una serie di detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie secondo l'16.bis DPR 917/86 (TUIR), le agevolazioni sono differenti a seconda degli interventi sostenuti e sono previste per numerosi lavori dalla riqualificazione energetica fino all'abbattimento delle barriere architettoniche.

Ogni anno sarà possibile portare in detrazione eventuali spese sostenute nell'anno solare precedente, per poter ottenere gli incentivi statali è necessario presentare fatture e pagamenti tramite bonifico dei lavori realizzati.

Bonus ristrutturazione casa

Per tutti i lavori di ristrutturazione e manutenzione ordinaria o straordinaria di un immobile è prevista una detrazione al 50% della tassa Irpef dell'importo speso per tali interventi fino ad un importo complessivo di 96.000€. La detrazione sarà divisa in dieci quote annuali sulla base del reddito percepito dal richiedente. Possono essere detratti con il bonus ristrutturazione interventi come il rifacimento dell'impianto elettrico e idraulico, pareti, porte blindate, inferriate o sistemi di videosorveglianza, ma anche i costi sostenuti per l'installazione di un ascensore per la casa.

Ecobonus per la riqualificazione energetica

L'ecobonus consente di ottenere una detrazione compresa fra il 50% e il 75% per i lavori volti a migliorare l'efficienza energetica di una casa indipendente o di un appartamento. Rientrano fra gli interventi consentiti l'inserimenti di rivestimenti termici alle pareti o alla porta principale o l'installazione di una caldaia con efficienza energetica elevata e di un impianto di regolazione automatica della temperatura interna come per esempio un termostato. Come per il bonus ristrutturazione l'importo da portare in detrazione viene suddiviso in 10 quote annuali fino al un massimo di 30.000€ euro per la climatizzazione invernale, 40.000€ per le riqualificazioni energetiche e l'installazione di pannelli solai e fino a 100.000€ per la riqualificazione enerfetica generale dell'immobile.

Sisma bonus

L'agevolazione prevede un vantaggio economico per tutti i lavori e gli interventi antisismici, volti quindi ad aumentare la sicurezza dell'abitazione in zone al alto rischio sismico. La detrazione prevista è dell'80% dell'importo speso per gli interventi in cui il rischio viene ridotto di una singola classe, e fino all'85% in caso di riduzione di due classi. La detrazione sarà divisa in cinque quote annuali ed è valida per le spese sostenute fra il 2017 e il 2021.

Bonus su acquisto di mobili ed elettrodomestici in classe A+ e superiori

È prevista la detrazione fiscale IRPEF del 50% fino ad un massimo di 10.000€ per l'acquisto di mobili e di elettodomestici con classe energetica non inferiore alla A+ destinati ad arredare una casa oggetto di ristrutturazione. Per ottenere la detrazione è necessario che l'acquisto dei mobili sia successivo alla data di inizio lavori di ristrutturazione.

Bonus prima casa

Per l'acquisto della prima casa, ovvero l'abitazione primaria e principale del nucleo familiare, sono previsti diversi vantaggi fiscali fra cui la riduzione dell'Iva e della tassa di registro, la rimozione dell'imposta di bollo e delle tasse ipotecari.