Ascensori per disabili: misure minime e caratteristiche

Gli ascensori per disabili sono un'ottima soluzione per rendere accessibili e abbattere le barriere architettoniche in palazzi, condomini e luoghi pubblici a tutte le persone: disabili in carrozzina, ma anche persone con difficoltà motorie o genitori con bambini in passeggino. Sono utili anche per migliorare la mobilità domestica in abitazioni su più piani, rendendo più agevoli gli spostamenti e il trasporto di carichi come per esempio borse della spesa o casse d'acqua.

Ascensori per disabili dimensioni minime per edifici di nuova costruzione

Gli ascensori per disabili devono avere caratteristiche e misure particolari per consentire alle persone in carrozzina di utilizzarli in maniera sicura, pratica e autonoma.

La legge stabilisce caratteristiche particolari per gli ascensori interni o esterni presenti in edifici di nuova costruzione differenti a seconda della loro destinazione d'usoIn tutti gli edifici di nuova costruzione:

  • ascensore per disabili in edificio ad uso non residenziale: dovrà prevedere cabine con profondità minima di 140 cm per 110 cm di larghezza e porta con una luce di almeno 80 cm; lo spazioantistante la cabina dovrà essere di almeno 150x150 cm per constire l'accesso e lo sbarco alle carrozzine senza difficoltà.
  • ascensore per disabili in edificio ad uso residenziale: la cabina dell'elevatore dovrà avere le seguenti dimensioni minime 130 cm di profondità per 95 cm di larghezza e come per quelli ad uso non residenziale, dovrà garantire uno spazio antistante di almeno 150 x150 cm.

Ascensori per disabili in edifici esistenti

La progettazione di un ascensore per disabili da installare in un edificio esistente deve tenere conto di misure leggermenti inferiori rispetto agli elevatori per disabili per palazzi di nuova costruzione:

  • la cabina dovrà avere una profondità di almento 120 cm di profondità e di 80 cm di larghezza, mentre la  dovrà essere di almento 75 cm e lo spazio minimo antistante la cabina deve essere 140x140 cm.

Altre caratteristiche obbligatorie e non per gli elevatori per disabili

Oltre a specifiche misure sono previste alcune caratteristiche obbligatorie nella progettazione di un ascensore per disabili per garantire un utilizzo facile e sicuro alle persone in carrozzina:

  • porte automatiche sia in cabina che al piano;
  • cabina spaziosa per consentire l'accesso e il movimento al suo interno della sedia a rotelle;
  • sensori fotocellule che bloccano le porte in caso di impedimento;
  • campanello di allarme e telefono di emergenza ad un'altezza compresa tra 110cm e 130cm;
  • pulsantiera di comando interna ed esterna ad altezza adeguata dotate anche di rilievo in braile per non vedenti;
  • spia luminosa per segnalare l'arrivo di una chiamata e per la segnalazion;
  • luce di emergenza;
  • pavimento della cabina in linea con quello del pianerottolo, con una tolleranza massima di 2 cm;
  • stazionamento al piano a porte chiuse;
  • segnalazione sonora di arrivo al piano.

Per agevolare l'utilizzo dell'ascensore da parte di persone disabili è possibile installare un corrimano all'interno della cabina che consentirà di migliorare il comfort e la sicurezza durante il trasporto, inoltre è consigliabile prevedere una cabina di dimensioni adeguate anche al trasporto di un accompagnatore, per consentire l'utilizzo dell'ascensore anche a disabili non autosufficienti.