Chiarimento INPS sugli Assegni Familiari: come richiedere la maggiorazione per minori disabili

Recentemente l'INPS ha pubblicato un chiarimento riguardo l'accertamento della disabilità del figlio minorenne per poter richiedere una maggiorazione degli Assegni per il Nucleo Familiare (ANF).

Il chiarimento, pubblicato dall'INPS il 4 Ottobre, riguarda essenzialmente:

  • la possibilità di richiedere la maggiorazione per i soggetti che fruiscono già dell'indennità di frequenza, ovvero la prestazione economica a sostegno del reddito familiare e dell'inserimento sociale dei minori portatori di handicap; anche in questo caso però saranno i medici legali dell'INPS a verificare se il richiedente a diritto alla maggiorazione, dato che l'indennità di frequenza prevede un ampio ventaglio di situazioni inerenti al complesso menomativo del minore disabile.
  • la presentazione della domanda per gli assegni familiari maggiorati solo per i minori la cui disabilità deve ancora essere storicizzata dall'INPS: non sarà necessario infatti presentare la domanda se la disabilità del minore è già stata valutata dai medici legali, tramite la stessa procedura che dà diritto ai benefici e ai vantaggi previsti dalla Legge 104/92.

Cosa sono gli Assegni per il Nucleo Familiare

Gli ANF, Assegni per il Nucleo Familiare o semplicemente Assegni familiari sono una prestazione economica di importo modulato, erogata dall'INPS a sostegno di determinate categorie di lavoratori e pensionati. L'importo dell'assegno familiare viene definito sulla base della tipologia del nucleo familiare, del numero dei suoi componenti e del suo reddito complessivo. La richiesta deve essere presentata ogni anno e il diritto decorre dal primo giorno di paga o di pagamento della prestazione previdenziale fino alla fine del periodo in corso o alla data in cui le condizioni stesse vengono a mancare.