Installare un montascale in condominio

Installare un montascale in condominio già esistente può rappresentare un'ottima soluzione per consentire a persone disabili o anziani di poter superare le scale o i gradini di accesso in completa sicurezza e autonomia, evitando incidenti o pericoli.

Molto spesso è necessario installare un montascale per disabili o anziani all'interno di un condominio, la scelta di una poltroncina montascale o di un servoscala con pedana in alternativa all'ascensore, può dipendere da diversi fattori:

  • dimensioni dell'edificio: se si tratta di un condominio di poche unità e di 1 o 2 piani può convenire, non solo a livello economico, l'installazione di un montascale per disabili o anziani;
  • per superare piccole rampe di scale o gradini esterni o nell'androne del condominio: in molti condomini con ascensore sono presenti gradini all'ingresso, in questi casi un montascale a poltroncina o con pedana può permettere il superamento di queste barriere architettoniche e il raggiungimento dell'ascensore senza fatica e in modo autonomo anche alle persone disabili;
  • l'impossibilità di salire e scendere le scale riguarda un solo condomino: può capitare che la maggior parte dei proprietari degli appartamenti del condominio non sia concorde con la realizzazione di un ascensore, l'installazione di una poltroncina montascale o di un servoscala con pedana può consentire alla persona che ne ha necessità di raggiungere il proprio appartamento in completa sicurezza e autonomia.

Modelli di montascale per condomini

Come per le abitazioni private anche in condominio possono essere installati diversi modelli di montascale con pedana o con poltroncina, a seconda delle esigenze degli utilizzato e degli spazi a disposizione:

  • Poltroncina montascale: questo tipo di impianto di sollevamento verticale può essere usato in modo autonomo da persone con disabilità motoria ed è la scelta ideale nel caso di persone anziane che faticano a fare le scale; può essere installato sia all'interno che all'esterno e sono adatti anche a scale strette, i montascale a poltroncina a guida curva consentono di superare più rampe di scale con fermate ai vari pianerottoli;
  • Servoscala con pedana: possono essere utilizzati da persone disabili in carrozzina o da genitori con bambini in passeggino e permettono anche il trasporto di piccole merci (come per esempio sporte della spesa); i modelli in commercio prevedono varie misure di pedana e possono essere installati in ambienti con spazi ridotti perchè quando non utilizzato la pedana può essere ripiegata occupando pochissimo ingombro; sono la soluzione ideale se si vuole rendere accessibile a tutti il proprio condominio o se al suo interno vi abitano persone con disabilità motorie.

Montascale in condominio: quali autorizzazioni servono?

Per installare un montascale in condominio non servono particolari autorizzazioni perchè non è necessaria una modifica strutturale dell'immobile. Naturalmente il condomino che intende installare un montascale deve avvisare l'amministratore di condominio, che provvederà a raccogliere il consenso degli altri condomini o nel caso di assemblea di condominio imminente a porre la questione all'ordine del giorno.

Anche in caso di parere negativo di uno o più condomini, la legge 13/89 garantisce l'abbattimento della barriera architettonica e l'installazione del montascala, la spesa verrà ripartita solo fra coloro che hanno acconsentito all'acquisto e per consentirne l'uso solo agli aventi diritto può essere previsto un utilizzo con chiave di azionamento.

Agevolazioni per l'installazione di un montascale in condominio

Anche per l'acquisto e l'installazione di montascale in condominio sono garantite le agevolazioni e gli incentivi fiscali previsti per legge:

  • detrazione IRPEF al 50% per tutto il 2019
  • detrazione IRPEF al 19% per acquisto di mezzi di sollevamento per persone disabili riconosciute dalla Commissione medica;
  • contributi statali previsti dalla legge n° 13/1989 (“disposizioni per favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati”);
  • iva agevolata al 4%